Il Convegno “Le Nuove Frontiere della SOSAN”

pubblicato in: Notizie | 0

Nel pomeriggio di sabato 15 settembre, a Milano Marittima, si è tenuto un importante convegno dal titoloLe Nuove Frontiere della SOSAN”. che ha visto il succedersi di vari relatori Lions e SO.SAN., che hanno affrontato i vari aspetti delle sfide che l’Associazione dovrà affrontare nell’immediato futuro.

I lavori sono stati introdotti dal Presidente Salvatore Trigona che ha ripercorso la storia della SO.SAN., che nasce inizialmente per aiutare le popolazioni bisognose dei Paesi poveri ma si trasforma poi a causa della perdurante crisi economica con quasi otto milioni di italiani poveri, di cui cinque in povertà assoluta, impegna tutte le proprie forze alla realizzazione di un Progetto che offra loro l’erogazione di prestazioni specialistiche, a titolo completamente gratuito. Ciò ha comportato una maggior complessità organizzativa, a cui la  SO.SAN. ha risposto dotandosi di statuti e regolamenti che sono andati adattandosi alle mutate esigenze degli assistiti e alle nuove leggi. In particolare il CDA è stato ridotto numericamente per essere più snello ed ogni Consigliere ha una specifica competenza, in base alla propria professionalità, per operare in modo compiuto ed efficace.

E’ toccato poi a Gabriele Sabatosanti, Presidente Onorario, tracciare il ruolo della SO.SAN. nel contesto nazionale, dove la sue capacità dimostrate negli anni, potrebbero essere meglio utilizzate, ed internazionale soprattutto nel bacino del Mediterraneo dove potrebbe essere coordinatrice di progetti sovranazionali di assistenza.

Il Vecepresidente Alessandro Mastrorilli ha poi parlato dei Club Lions con interesse specifico, un’alternativa in rapida crescita al modello di club tradizionale, ove SO.SAN. potrebbe essere un riferimento per quelli di impostazione medica.

Gianni Castellani ha riproposto il noto progetto di Casa Lions e come questa possa offrire una grande opportunità per il servizio.

La situazione della Convention Internazionale di Milano è stata poi illustrata da Carlo Forcina cui è seguito il veemente appello di Maria Scappini affinchè tutti partecipino.

A Roberto Cecchi è toccato poi illustrare la situazione dei Centri sanitari SO.SAN. e le loro prospettive, aggiungendo la novità delle reti di professionisti efficaci e meno impegnative.

Renato Dabormida ha poi parlato della raccolta fondi e di come si può muovere i primi passi verso il finanziamento delle attività di assistenza.

Ha ripreso poi la parola Salvatore Trigona, nella veste di coordinatore delle missioni, per percorrere i programmi futuri dell’assistenza all’estero, in particolare nelle aree povere del Marocco.

Franco De Toffol ha fatto una carrellata sui mezzi di comunicazione ed in particolare su come si può migliorare la conoscenza di SO.SAN. invitando tutti, alla fine, a comunicare nel loro ambito l’associazione ed il suo operato.

Bruno Cavaliere ha tracciato una linea per l’incremento dei soci e degli operatori sanitari, ipotizzando, tra l’altro, la creazione di un’associazione parallela di “Amici di SO.SAN.”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *