Montate una trentina di protesi dentarie a persone indigenti nel Centro Sanitario SO.SAN. di Tombolo. Grazie Patrizio Marcato!

Il laboratorio odontotecnico che ha prodotto e fornito gratuitamente le protesi

Il Centro Sanitario SO.SAN. di Tombolo (nei pressi di Cittadella, PD) è un ambulatorio per l’assistenza odontoiatrica agli indigenti della zona ed opera in collaborazione con le strutture sociali locali.

Esso assiste i pazienti bisognosi inviati dagli enti assistenziali pubblici ed opera in modo completamente gratuito grazie alla generosa disponibilità offerta da un gruppo di medici volontari e all’importante sostegno, anche finanziario, del Lions Club Cittadella.

Solo nello scorso anno ci sono stati oltre trecento interventi su una settantina di pazienti con un impiego rilevante di materiali spesso costosi.

Alla sua fondazione si era deciso, per questioni economiche di effettuare soltanto prestazioni di tipo conservativo, ma ben presto ci si è accorti che ove necessitavano estrazioni importanti ed il paziente rimaneva sdentato bisognava fare qualcosa per permettergli una normale alimentazione.

Per fortuna, l’importanza dell’opera del Centro Sanitario SO.SAN. di Tombolo, aveva cominciato ad essere conosciuta nel mondo Lions locale e Patrizio Marcato, l’attuale Presidente del Club Padova San Pelagio, si è offerto di dare una mano.

Patrizio è titolare della Mavi Dental che opera nel settore delle protesi dentarie nonché Presidente Nazionale degli odontotecnici Cna e già in passato aveva avuto delle iniziative analoghe supervisionando i ragazzi della sezione Odontotecnici dell’Istituto Ruzza di Padova che hanno realizzato “tre protesi per tre persone ai margini, che avevano quasi dimenticato cosa volesse dire sorridere.” come ha riportato il quotidiano il Mattino in un articolo dedicato all’operazione.

Il tutto è iniziato con qualche protesi nel 2017 per arrivare a quasi una ventina nello scorso anno. Non occorre fare tanti conti per valutare l’importanza economica del contributo apportato dall’opera di Marcato per far recuperare il sorriso a tanti indigenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *