La situazione sanitaria in Tanzania è particolarmente grave. Il sistema medico-ospedaliero è carente per quanto riguarda il personale, le attrezzature mediche e la disponibilità di farmaci.

Dal 2003 al 2009 si sono succedute 29 missioni So.san. Si sono concentrare in sei aree del Paese: 6 a Mbweni (dal 2003 al 2007), 9 nell’isola di Mafia (dal 2005 al 2009) principalmente coordinate dal medico chirurgo Salvatore Trigona, 4 ad Angare Nairobi (dal 2008 al 2009), 8 a Itigi (dal 2004 al 2011), una a Mtwango e una a Mwanza. Tra i principali risultati: interventi di piccola e media chirurgia, visite oculistiche con distribuzione di occhiali, visite ed interventi di odontoiatria, visite ortopediche, collaborazione specialistica per portare, oltre al supporto sanitario, nuove metodiche e tecnologie di telemedicina. Il 17 novembre 2005 è stato inoltre firmato un accordo tra So.San e il ministero della Sanità della Tanzania, per l’affidamento gestionale decennale della sala operatoria dell’ospedale dell’isola di Mafia. Il 16 dicembre 2010 è stato siglato un accordo con i Missionari del Preziosissimo Sangue per una collaborazione estesa a tutte le necessità mediche dell’Ospedale San Gaspare a Itigi.

Documenti correlati